Raccolta differenziata area Palermo, sanzioni ai cittadini che non rispettano le linee guida

Troppi cittadini non si curano di rispettare le corrette modalità della raccolta differenziata, al punto che da qualche giorno l’impianto di Marsala incaricato del trattamento della frazione umida dei rifiuti, respinge con maggiore frequenza i carichi di organico che provengono dall’area di Palermo servita dalla raccolta differenziata “porta a porta” e dalla “prossimità”, quest’ultima modalità nelle zone Borgo Nuovo e San Giovanni Apostolo.
Accertati conferimenti non corretti nonché la presenza massiccia di sacchetti non conformi a contenere questa la frazione umida secondo quanto previsto dalle norme vigenti. In parole povere, i rifiuti organici vengono smaltiti in alcuni casi dentro sacchetti di plastica, vanificando quindi la possibilità di compostaggio e riciclaggio.
Per lo smaltimento della frazione organica di rifiuti è obbligatorio l’esclusivo utilizzo di sacchetti in materiale biodegradabile e compostabile.
Il mancato rispetto crea disagi con l’interruzione della filiera del ciclo dei rifiuti per i conferimenti presso le piattaforme autorizzate, con l’aggravio di un aumento dei costi.
Per contrastare questo fenomeno, l’amministrazione sta incrementando l’attività di vigilanza e controllo da parte della Polizia Municipale.
In tema di contrasto all’abbandono dei rifiuti l’unità operativa del nucleo tutela e decoro vivibilità ed igiene urbana della Polizia Municipale ha effettuato nel primo semestre, 816 controlli, comminate  97 sanzioni divise in: 375 per abbandono su suolo pubblico fuori orario o sul marciapiede di sacchetti per Euro 166,67; numero 14 da Euro 333,34 per abbandoni di ingombranti e numero 8 da Euro 600,00 per abbandono di rifiuti su suolo pubblico.


Maggiori informazioni potranno essere assunte consultando il sito della Rap www.rapspa.it  ovvero chiamando l’URP al numero verde 800237713.