Modica, anziano picchiato e ridotto in fin di vita. Ai domiciliari ventisettenne straniero

Aveva massacrato di botte in mezzo alla strada un anziano di 86 anni, reo di aver riconosciuto e indicato ai carabinieri le due donne dell’est europeo che qualche ora prima lo avevano derubato al mercato settimanale di Modica (Ragusa). I carabinieri sono riusciti a identificare e arrestare Cristea Gheorghe Vasilica, rumeno di 27 anni, adesso ai domiciliari con l’accusa di lesioni personali aggravate. L’aggressione è avvenuta il 14 giugno. L’anziano si era recato al mercato di Modica dove due donne gli avevano rubato il portafogli. Sporta denuncia, aveva detto ai carabinieri di essere in grado di riconoscere le due ladre e, proprio alcune ore dopo, le aveva incontrate passeggiando per le vie del paese. L’uomo aveva quindi chiesto di aver restituito solo i documenti, ma le due si erano date alla fuga, e a bloccare il tentativo di inseguirle ci aveva pensato Vasilica.

Il rumeno, che vive con le due donne, si è scagliato sull’anziano con tale violenza da ridurlo in fin di vita, con fratture multiple a tutta la parete orbitale.