A Palermo trascritte sette famiglie arcobaleno in atti di nascita

Stamattina a Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo, sette famiglie arcobaleno (quattro coppie di mamme e tre di papà) hanno visto trascritti i loro nomi sui certificati di nascita dei loro figli e delle loro figlie. Si tratta di una annotazione nell’atto di nascita che riporta così i nomi di entrambi i genitori che hanno uguali doveri nei confronti dei loro figli e delle loro figlie.

“Palermo si conferma, ancora una volta, una città inclusiva e sensibile ai diritti civili: le trascrizioni di oggi vanno a tutelare, prima di ogni cosa, i bambini e le bambine”, dice il sindaco Leoluca Orlando.

“Nel giorno in cui ricordiamo la rivolta di Stonewall contro l’oppressione – commenta Daniela Tomasino di Arcigay Palermo – compiamo un altro passo verso la piena affermazione dei diritti. Da oggi questi sette bambini hanno maggiore tutela, maggiore sicurezza e due genitori: due persone che possano prendersene cura legalmente, e non piu’ una soltanto. Oggi e’ una bella giornata per tutti e tutte”.

“La gioia per le trascrizioni di oggi è immensa soprattutto perché ad essere tutelati sono bambine e bambini che da troppo tempo stanno aspettando di vedere riconosciuti entrambi i loro genitori – sottolinea Marilena Grassadonia, presidente Famiglie arcobaleno – continueremo instancabilmente la nostra battaglia per fare in modo che tutti bambini e le bambine abbiano uguali diritti indipendentemente dalla città in cui hanno avuto la fortuna di nascere e vivere”.


Widget not in any sidebars