Tim contro Iliad: azienda francese accusata di violazione delle leggi antiterrorismo

Nelle ultime settimane in Italia è sbarcato Iliad, un nuovo operatore mobile che, per via della sua convenienza e trasparenza, sta diventando sempre più popolare.

Dopo le prime accuse di “scarsa chiarezza” sulle tariffe e sui costi aggiuntivi arrivate dall’Associazione Europea per i Consumatori Indipendenti, che ha presentato un’esposto all’Agicom, ora è Tim a puntare nuovamente il dito contro Iliad per violazione di alcune leggi antiterrorismo in vigore sul territorio italiano. Nel dettaglio, l’operatore francese è stato accusato per la metodologia di attivazione delle proprie Sim: a quanto pare si potrebbe intestare la scheda mobile ad una persona diversa da quella che effettivamente la userà, oppure pagare con una carta di credito a nome di un terzo individuo.

Adesso resta solo da attendere come l’azienda francese risponderà a queste accuse, con le carte legali già presentate dalla Tim. Intanto le tariffe aggressive del nuovo operatore stanno provocando un vero e proprio terremoto tra gli altri operatori, costretti ad abbassare le proprie offerte.


Widget not in any sidebars