Messina, sequestro di beni a ristoratore vicino alla famiglia mafiosa dei barcellonesi

Sequestro di beni a un imprenditore della ristorazione ritenuto appartenente alla famiglia mafiosa dei cosiddetti barcellonesi. Ad eseguirlo dalle prime ore di questa mattina, la Dia di Messina, con la collaborazione del centro operativo di Catania.

Sotto sequestro sono stati posti il capitale sociale di imprese, immobili e conti, anche intestati a terze persone. Il provvedimento è stato eseguito su disposizione della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Messina, su proposta del procuratore della Dda, Maurizio De Lucia, e del direttore della Dia, Giuseppe Governale.


Widget not in any sidebars