Furti e rapine a Termini Imerese, sgominate due bande: 10 arresti

Sgominate due bande ritenute responsabili di alcune rapine e furti messi a segno lo scorso anno a Termini Imerese, creando un forte allarme nella comunità locale: per 10 persone sono scattate le manette, mentre per altri tre l’obbligo di dimora. Le accusa sono anche di spaccio di droga e di ricettazione. Le 13 misure cautelari sono state eseguite nell’ambito dell’operazione “Ghostbuster” dai Carabinieri del posto, insieme al personale del Nucleo cinofili di Palermo, del 9° Elinucleo di Boccadifalco e della Cio del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia. Il tutto in seguto a intercettazioni, servizi di osservazione, pedinamenti e riscontri operativi.

In carcere sono finiti Calogero Costanza, 39 anni, Marco Landriscina, 43 anni, Giacomo Cirlincione, 23 anni, Dario Costanza, 23 anni, Salvatore Cassar, 33 anni, e Jonathan Cassar, 24 anni. Ai domiciliari, invece, Eugenio Billeci, 31 anni, Giuseppe Chiara, 42 anni, Salvatore Bellaville e Nicasio Concialdi, 25, anni. Per un giovane di 20 anni di Trabia; V.B di 20 anni di Termini Imerese e G. N. 38 anni di Trabia è scattato l’obbligo di dimora e la presentazione alla Polizia giudiziaria.

Dalle indagini sarebbe emersa la responsabilità dei due gruppi anche di una rapina in casa a due anziani che fruttò 5 mila euro e di un furto al cinema Eden.


Widget not in any sidebars