Palermo Pride, tutti i perché dello spostamento a settembre

Il Palermo Pride spostato da giugno a settembre? Forse sarebbe corretto parlare di un prolungamento, con uno slittamento del clou a fine estate. Il motivo? per fare le cose in grande nell’anno di Palermo Capitale italiana della Cultura. Nel tradizionale periodo di svolgimento della manifestazione, infatti, non sarebbe stato possibile organizzare eventi con la partecipazione tutti i personaggi e i rappresentanti del mondo Lgbti, proprio perché impegnati nell’Onda pride, il percorso dei pride che si svolgono nelle città del territorio nazionale (questo il programma con tutti gli appuntamenti). A settembre, inoltre, è prevista a Palermo un’altra iniziativa, Educare alle differenze, il più importante appuntamento italiano gratuito dedicato all’educazione laica, pubblica e plurale. Anche questo ha influito sulla decisione degli organizzatori di rinviare il Pride.

Con lo slittamento (se di slittamento di può parlare) non c’entra nemmeno la vicinanza della data dell’inaugurazione di Manifesta 12, la Biennale internazionale di arte contemporanea che si svolge a Palermo, con il tradizionale periodo in cui si svolge il Pride. L’amministrazione comunale, infatti, aveva dato l’ok, a febbraio, quando c’era stata la riunione tra gli organizzatori del Pride e la giunta. Una scelta, insomma, decisa proprio dall’organizzazione.

Insomma, un po’ di pazienza per dare alla città un pride in grande. C’era chi inizialmente aveva storto il naso per la posticipazione, come il giornalista Totò Rizzo, che in un post aveva espresso perplessità sul fatto che il Pride non si svolgesse ‘al tempo del pride’. Alla questioni poste da Rizzo aveva risposto Massimo Milani, tra gli organizzatori della manifestazione: “Il Pride si allunga, non slitta a Settembre, con iniziative a luglio e agosto e con il village e la parata finale a Settembre”. Nessuna polemica, insomma, con tanto di volemose bene finale, con Rizzo e Milani che tra i commenti si scambiano saluti amichevoli.

Giornate dell'economia del mezzogiorno

“Economia e legalità”, convegno all’istituto Pio La Torre a Palermo, per le Giornate dell’Economia del Mezzogiorno, giovedì 22 novembre

Nell'ambito delle Giornate dell'Economia del Mezzogiorno, XI edizione, giovedì 22 novembre alle 9,30 appuntamento all’Istituto scolastico "Pio La Torre" (Via Nina Siciliana 22 - Palermo) per l’incontro su "Economia e Legalità". Interventi di: Nicoletta Lipani, dirigente scolastico I.I.S.S. Pio La ...
Leggi Tutto
Make something week

Make Something Week, anche a Palermo la settimana di eventi promossa da Greenpeace in tutto il mondo contro il modello di consumo “usa e getta”

Una settimana di eventi-laboratorio gratuiti promossa da Greenpeace in tutto il mondo dal 23 novembre al 2 dicembre. Guidati da creativi e professionisti del settore, i partecipanti impareranno a riparare, riciclare, riutilizzare e dare nuova vita ad oggetti inutilizzati e ...
Leggi Tutto
Swingrowers, "Healing dance"

VIDEOCLIP – “Healing dance”, il nuovo brano della band Swingrowers con il featuring Davide Shorty, è online su YouTube

Una live session inedita in un’atmosfera dai colori vintage, contornata da una coreografia ispirata al fascino di Ginger Rogers e Fred Astaire. “Il brano porta con sè un messaggio di speranza - racconta la band formata da Roberto Costa aka ...
Leggi Tutto
Lucio Luca, “L’altro giorno ho fatto 40 anni”

“L’altro giorno ho fatto quarant’anni”, romanzo di Lucio Luca, ispirato alla storia del giornalista calabrese Alessandro Bozzo

“Non devi scrivere delle pallottole, quelle sono il meno. Prova invece a indagare sui padroni dei giornali in Calabria, sui rapporti con i partiti. E chi si azzarda a scriverlo, ad alzare la voce va a casa. Vuoi fare questo ...
Leggi Tutto