Ponte Corleone, traffico in tilt. Sentite Chinnici e Gelarda – IL VIDEO

I lavori sul ponte Corleone hanno mandato in tilt il traffico sulla circonvallazione di Palermo, in direzione Catania. Da ieri lunghe code si sono formate sull’arteria principale della città in prossimità del ponte, provocando forti disagi a tutti i cittadini costretti a passare per la circonvallazione. Disagi che anche oggi si stanno riproponendo, con le code che si sono formate anche in orari in cui, solitamente, il traffico è più scorrevole.

Visto che i lavori dovrebbero protrarsi per circa un mese, provano a trovare soluzioni alternative alcuni consiglieri comunali. “Con i lavori sul ponte Corleone il sistema traffico di Palermo è definitivamente andato al collasso”, dice Igor Gelarda, del M5S. “Già siamo una città con una mobilità insostenibile e fallimentare, ma ieri sera, oltre al traffico in circonvallazione, si sono create code anche in via Oreto che arrivavano fino alla Stazione, ed in molte altre strade della città che confluiscono in viale Regione. Con ovvi impatti anche sulla qualità dell’aria. Pertanto, considerato che questi disagi andranno avanti per almeno un altro mese e non possiamo chiedere un mese di martirio ai palermitani, come esponente del Movimento 5 stelle, chiedo di sospendere, fino alla fine dei lavori sul ponte, la ztl, in modo da agevolare tutte le altre possibili vie di transito in città. Ovviamente si posticiperebbe la scadenza di coloro che hanno già pagato i pass della ztl, per lo stesso periodo di tempo per cui la zona a traffico limitato verrà sospesa. Contestualmente chiediamo al comandante della polizia Municipale un forte potenziamento dei presidi su strada della Polizia Municipale e all’ufficio traffico di rendere più fluide le strade alternative. Il rifacimento del ponte Corleone è necessario, ma anche la sopravvivenza dei cittadini palermitani in questa città mi pare che lo sia”.

“I lavori al Ponte Corleone stanno creando disagi non indifferenti agli automobilisti palermitani – dice il capogruppo del Pd al Comune, Dario Chinnici – rimasti intrappolati per ore in auto. Gli interventi sono necessari per la sicurezza e, sebbene i lavori ai giunti di dilatazione non si possano fare di notte, chiediamo all’amministrazione comunale di far aumentare il numero degli operai nel cantiere e di potenziare la presenza dei vigili urbani, oltre ad accelerare sul bando per il raddoppio del ponte, già finanziato con 17 milioni dal Patto per Palermo”.


Widget not in any sidebars