Tentò di uccidere l’ex convivente: condannato a 8 anni di carcere

Aveva tentato di uccidere l’ex convivente con un taglierino e cercando anche di strangolarla. Il tribunale di Caltanissetta ha condannato Gianluca Di Giugno, di 40 anni, a 8 anni di reclusione per tentato omicidio, maltrattamenti e lesioni gravissime. Dovrà inoltre risarcire la donna con una provvisionale di 10 mila euro, in attesa di sapere il risarcimento complessivo, che sarà stabilito dal tribunale civile.

Di Giugno fu arrestato il 5 maggio di un anno fa: durante una lite si era scagliato contro l’ex convivente. La donna era riuscita a sfuggire all’aggressore e a comporre il 113, senza però riuscire a parlare visto che l’uomo riuscì a raggiungerla nuovamente. Ascoltando le urla della donna, l’operatore del centralino della Polizia ha rintracciato l’indirizzo dal quale proveniva la chiamata e ha inviato gli agenti sul posto.