Turismo congressuale, la Sicilia sempre più richiesta. Orlando: “Fondamentali le collaborazioni”

Il settore dei congressi e degli eventi sempre più centrale per lo sviluppo dell’economia dell’Isola, negli ultimi anni destinazione assai richiesta. È quanto emerso durante l’incontro nazionale, che si è tenuto ieri a Palermo, tra il comitato esecutivo di Federcongressi&eventi, il sindaco Leoluca Orlando, il team di Sicilia Convention Bureau e una numerosa rappresentanza di operatori della meeting industry siciliana.

La crescita della Sicilia è confermata sia dall’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi-OICE (lo studio di settore promosso da Federcongressi&eventi e realizzato da ASERI, l’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore), sia dall’Osservatorio Congressuale Siciliano, la ricerca realizzata da Sicilia Convention Bureau in collaborazione con UniCredit. Secondo l’ultima edizione dell’OICE, in particolare, il Sud e le Isole hanno registrato un aumento di quasi il 5% degli eventi ospitati, mentre, focalizzandosi sulla Sicilia, per l’Osservatorio Congressuale Siciliano dal 2015 al 2016 le richieste di eventi sono decuplicate, passando da 1.101 a 11.044, e gli eventi confermati sono passati in un anno da 546 a 3.856.

“La scelta del comitato esecutivo di riunirsi in Sicilia, e nella città di Palermo, dimostra quanto l’associazione sostenga l’impegno delle aziende e delle istituzioni siciliane nel fare della regione una meta d’elezione per congressi e d’eventi”, ha commentato il presidente di Federcongressi&eventi, Alessandra Albarelli. “In questo percorso – ha aggiunto – il ruolo di sindaci illuminati come Leoluca Orlando è fondamentale: sappiamo bene quanto nel processo di candidatura, soprattutto per i congressi internazionali, l’apporto concreto dei sindaci è decisivo per acquisire un congresso, sia garantendo benefit ai promotori, sia dimostrando quanto la città sia strutturata per accogliere l’evento e orgogliosa di ospitarlo. Per questo è necessario rafforzare la collaborazione tra Federcongressi&eventi e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani-Anci, anche con l’obiettivo di aggiornare il vademecum Il ruolo dei comuni nell’incoming congressuale”.

“Palermo si conferma città dalla straordinaria attrattività per i turisti e anche per coloro che sono interessati a momenti congressuali e seminariali”, sono state le parole del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. “Una città sempre più inserita nel panorama internazionale del turismo congressuale e del turismo culturale; una città che, grazie a importanti collaborazioni strategiche con gli imprenditori del settore, sta sviluppando – ha aggiunto il rpimo cittadino – la propria capacità, rafforzando le proprie strutture ricettive e offrendo ai visitatori, quali che siano i loro interessi, un ambiente accogliente, stimolante e produttivo. Fra queste collaborazioni, quella con Federcongressi&eventi assume una dimensione strategica importantissima per il reciproco riconoscimento dei ruoli, delle professionalità, delle opportunità”.

All’incontro ha parecipato anche la Managing Director di Sicilia Convention Bureau, Ornella Laneri: “La scelta di Federcongressi&eventi e la continua crescita della richiesta Mice in Sicilia ci riempie di orgoglio: lavoreremo – ha dichiarato Laneri – sempre più intensamente al fianco degli operatori e delle Istituzioni per identificare azioni mirate a un sempre migliore posizionamento della Sicilia sul mercato internazionale degli eventi, e non solo”.


Widget not in any sidebars