Palermo, Sabrina Figuccia: “L’Amat non incassa i soldi della pubblicità sugli autobus”

“L’Amat non è in grado di farsi pagare dagli inserzionisti la pubblicità che viaggia sulle fiancate dei bus urbani di Palermo. Le somme rappresenterebbero un incasso vitale per il bilancio della società, da tempo in profondo rosso come dimostra il recente bilancio consolidato che ha certificato le decine di milioni di euro di debiti. Da almeno metà dei clienti non riuscirebbe a incassare centinaia di migliaia di euro. Quindi, oltre al danno economico (costi di stampa dei banner, montaggio e smontaggio, ecc.) si aggiungerebbe la beffa di non riuscire a farsi pagare”. Lo dice il consigliere comunale di Palermo, Sabrina Figuccia, che stamane ha presentato un’interrogazione al sindaco. “Da una lato i dirigenti dell’Amat chiedono al Comune decine di milioni di euro per ripianare i propri debiti, e dall’altro non riescono neanche a incassare i soldi della pubblicità”