Palermo, piante di marijuana in casa: arrestato 28enne sorpreso a spacciare per strada

Arrestato dalla Polizia di Stato, a Palermo, un pregiudicato di 28 anni, Lucio Benfante, residente nel quartiere Zen ma con domicilio a Borgo Vecchio. L’accusa è di produzione e spaccio di sostanza stupefacente. Sequestrate diverse piante di marijuana all’interno della sua abitazione, e deferiti all’Autorità giudiziaria due suoi congiunti, per il reato di furto aggravato in concorso di energia elettrica, e un terzo familiare, per il reato invece di resistenza a pubblico ufficiale.

L’arresto è avvenuto ieri pomeriggio, dopo che il giovane è stato sorpreso a spacciare per strada, precisamente in via Speziale all’incrocio con via Cusimano. Notando a distanza quattro individui confabulare in modo sospetto tra loro, gli agenti si sono avvicinati assistendo allo scambio di droga. Alla loro vista, i quattro individui sono fuggiti a piedi, ma i due protagonisti dello scambio sono stati subito raggiunti e bloccati dai poliziotti. Ed è così che nelle tasche dell’acquirente è stata trovata una busta in cellophane, ceduta dall’altro soggetto, con all’interno sostanza tipo hashish, mentre nelle tasche del pusher, ovvero Benfante sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria, è stata rinvenuta una banconota da 5,00 euro, appena ricevuta dall’acquirente.

L’uomo ha ammesso fin dal principo le proprie responsabilità. Ne è seguita una perquisizione in casa dove, in una vetrina nella stanza da pranzo, è stata trovata una busta in plastica trasparente contenente sostanza stupefacente del tipo hashish, e due bilancini di precisione; inoltre, sulla stessa vetrina, sono stati rinvenuti 3 sacchetti di concime granulare. Non solo. Nel soppalco sono stati scoperti 9 sacchetti con all’interno germogli di piante di cannabis, mentre in un attiguo terrazzino sono stati rinvenute 17 piante di cannabis e del fertilizzante. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro.

Durante le fasi dell’intervento, i poliziotti hanno anche notato diversi fili di corrente elettrica rifornire i due appartamenti della casa, pertanto hanno deciso di chiedere l’intervento di personale Enel che, intervenuti, hanno constatato il furto di energia elettrica, provvedendo al distacco della fornitura. I proprietari dei due appartamenti sono indagati in stato di libertà per il reato di furto aggravato in concorso di energia elettrica, mentre Benfante è stato condotto presso la casa circondariale “Antonio Lorusso”.

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto

Palestina, a Palermo arriva Freedom Flotilla

Palermo diventa capitale di solidarietà con la Palestina. La Coalizione Internazionale “Freedom Flotilla” ha voluto il capoluogo siciliano che sarà tappa del proprio tragitto verso la striscia di Gaza per la campagna internazionale di sensibilizzazione e protesta verso il blocco del ...
Leggi Tutto
Federica Pace L'arte di essere nessuno

L’arte di essere nessuno di Federica Pace: identità di genere, disabilità, amore e morte di fronte al dolore della non accettazione

“Amore è il fatto che tu sei per me il coltello col quale frugo dentro me stesso” Richiama questa frase Federica Pace, classe 1989, di origine siciliana, una terra storicamente gemellata con quella partenopea, autrice del libro L'Arte di essere ...
Leggi Tutto