Rifiuti, M5S chiede raccolta differenziata porta a porta, con dismissione della raccolta stradale e realizzazione dei Centri Comunali di conferimento

Il M5S dà battaglia sull’emergenza rifiuti a Palermo anche nelle circoscrizioni, per incrementare la raccolta differenziata fino al raggiungimento del 65%, il minimo previsto dalla legge.

“La raccolta differenziata nel territorio del Comune di Palermo si attesta su valori di circa il 15%”, affermano i consiglieri di circoscrizione del M5S, “non rispettando i tempi prescritti per l’avvio della raccolta Porta a Porta ‘Palermo Differenzia 2’, ad oggi attivato parzialmente, e non ha disposto il completamento della raccolta domiciliare sull’intero territorio comunale. Il Comune di Palermo, inoltre, non ha realizzato ancora i Centri Comunali Raccolta e non ha istituito la figura dell’ispettore ambientale come previsto”.

I consiglieri comunali Antonino Randazzo e Concetta Amella e i consiglieri di circoscrizione Pasquale Tusa, Saverio Bruschetta, Mirko Dentici, Simona Di Gesù, Daniela Tumbarello, Giovanni Galioto e Sandro Amore hanno indirizzato ai presidenti di circoscrizione un documento per sollecitare il sindaco ad attivare misure urgenti sull’emergenza rifiuti. Ma se è vero che il Comune di Palermo ha notevoli responsabilità in merito al sistema fallimentare di gestione della raccolta differenziata, è altrettanto evidente come le amministrazioni comunali si ritrovino ad operare in un contesto normativo chiaramente privo di logica: mentre con l’Ord. 4/Rif. la Regione richiede ai comuni il raggiungimento delle percentuali minime di legge del 65% di RD entro il 30 giugno, nel Piano Stralcio per la gestione dei rifiuti, approvato in Commissione Ambiente all’ARS circa 2 settimane fa, lo stesso Governo Musumeci, in maniera del tutto schizofrenica, prospetta e pone l’obiettivo del raggiungimento del 35% di RD nell’arco di 2 anni e del 65% addirittura in 5 anni ( e non in 2 settimane).

In ogni caso, come misure urgenti e straordinarie per incrementare la raccolta differenziata il M5S ha chiesto di provvedere, oltre alla raccolta porta a porta (con dismissione della raccolta stradale e di prossimità), ad ampliare e perfezionare la raccolta – presso tutte le utenze non domestiche e nei mercati rionali settimanali – della frazione organica, degli imballaggi in carta e cartone, imballaggi in plastica, imballaggi in legno e di tutti i rifiuti prodotti da tali attività.

Tra le mozioni proposte dal M5S e già approvate nelle circoscrizioni di Palermo: quella per l’isola ecologica al parcheggio Basile, per la videosorveglianza in alcune aree nei quartieri Zen, Borgo Nuovo, Cruillas, Cep e Brancaccio, la mozione sugli ispettori ambientali e quella per promuovere la raccolta differenziata nelle scuole come attività formativa.

“I tempi sono strettissimi perché l’obiettivo del 30% di raccolta differenziata va raggiunto entro il 1 ottobre 2018 al fine di evitare il trasferimento dei rifiuti fuori dalla Sicilia con ulteriore aggravio di costi a carico dei cittadini – affermano i consiglieri comunali Antonino Randazzo e Concetta Amella – Purtroppo il sindaco Orlando continua ad essere sordo anche alle proposte di buonsenso.”

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto

Palestina, a Palermo arriva Freedom Flotilla

Palermo diventa capitale di solidarietà con la Palestina. La Coalizione Internazionale “Freedom Flotilla” ha voluto il capoluogo siciliano che sarà tappa del proprio tragitto verso la striscia di Gaza per la campagna internazionale di sensibilizzazione e protesta verso il blocco del ...
Leggi Tutto
Federica Pace L'arte di essere nessuno

L’arte di essere nessuno di Federica Pace: identità di genere, disabilità, amore e morte di fronte al dolore della non accettazione

“Amore è il fatto che tu sei per me il coltello col quale frugo dentro me stesso” Richiama questa frase Federica Pace, classe 1989, di origine siciliana, una terra storicamente gemellata con quella partenopea, autrice del libro L'Arte di essere ...
Leggi Tutto