Chiazze nere nel mare di San Leone, ad Agrigento. IL VIDEO di Mareamico

Nella giornata di ieri la delegazione di Agrigento dell’associazione Mareamico ha ricevuto decine tra video e foto ritraenti il mare di San Leone pieno di chiazze nere galleggianti. La causa più probabile è l’abbandono in mare di olio esausto.

Qualche criminale da terra o direttamente dal mare ha rilasciato l’olio esausto nella zona tra il porticciolo turistico di San Leone e il lungomare Falcone Borsellino – i primi rilevamenti sono stati in quelle zone – e poi le correnti hanno trasportato la macchia nera sulle spiagge del viale delle dune”, si legge in una nota inviata dall’associazione.

“Giova ricordare – continua la nota –  che chi effettua queste operazioni rischia l’arresto per disastro ambientale e che 1 litro di olio versato in uno specchio d’acqua è in grado di formare una pellicola inquinante grande quanto un campo da calcio”.

In mancanza di controlli può succedere di tutto“, si legge invece nella pagina Facebook di Mareamico. “Oggi chiazze nere nel mare di San Leone. Olio esausto o idrocarburi, in ogni caso nulla a che vedere con un mare balneabile”.

Lo scorso 5 giugno, in occasione della giornata dell’ambiente, Mareamico aveva pubblicato un video che ritraeva la spiaggia di San Leone piena di plastica.