Palermo, sacchi neri di rifiuti a due passi dai monumenti. Ma per il Comune è tutto a posto

Che la raccolta differenziata nel centro di Palermo non sia partita con il piede giusto è stato certificato dai giorni in cui i rifiuti hanno invaso le strade e dalla mancanza di uomini e mezzi per supportare adeguatamente il servizio, come evidenziato anche dai sindacati. Negli ultimi giorni, tra le difficoltà della Rap e l’inciviltà di alcuni cittadini, stanno spuntando sempre più sacconi neri di rifiuti anche vicino a importanti monumenti cittadini. È così una panchina accanto al tempietto della musica di piazza Castelnuovo, con splendida vista sul Teatro Politeama, diventa “inagibile” a causa dei rifiuti lasciati lì a puzzare al sole.

Palermo, sacchi neri di rifiuti a due passi dai monumenti. Ma per il Comune la differenziata procede bene

E che dire del lavoro di Francesca Friscia, che con “Appizzastufiore” ha abbellito i cestini di rifiuti del centro con coroncine di fiori, per poi veder nascere delle vere e proprie discariche a pochi centimetri da un gesto di immensa civiltà? Civiltà e inciviltà che convivono sopra lo stesso marciapiedi. Una metafora che si potrebbe estendere a tutta la città.

Nel mezzo a questa bruttezza, in un periodo di flusso turistico in piena ascesa, proprio nell’anno di Palermo Capitale italiana della Cultura, stonano un po’ le parole del sindaco che, in piena bagarre contro la Regione, annuncia che i risultati della differenziata sono positivi.

I numeri della raccolta differenziata a Palermo negli ultimi mesi – dichiarato il sindaco Leoluca Orlando, commentando i dati diffusi dalla Rap sull’andamento della raccolta differenziata nei mesi di aprile e maggio – dimostrano che, grazie alla collaborazione e all’impegno corale delle istituzioni, la situazione può migliorare progressivamente e costantemente”.

“Se questo metodo di collaborazione – continua il sindaco – non è politicamente più condiviso e se qualche burocrate regionale pensa di scaricare sui Comuni e sui sindaci le responsabilità di 15 anni di mortificazione, si rischia di innescare un conflitto tra istituzioni senza precedenti, del quale faranno le spese i cittadini prima di tutti. Continuo a credere che il buon senso possa prevalere sull’incompetenza e sulla burocrazia, ma certamente l’Anci non potrà non prendere una posizione netta qualora la situazione non dovesse cambiare”.

I numeri snocciolati dalla Rap dicono che sono state “superate le criticità relative all’avvio dello step 2 del Porta a porta 2″, e che “la raccolta differenziata nel mese di maggio registra un andamento crescente”.

“Il sistema di raccolta differenziata porta a porta è passato da 1.593.190 kg di frazioni differenziate nel mese di aprile a 1.945.780 kg nel mese di maggio, equivalente a un incremento di oltre 1 punto percentuale di raccolta differenziata”.

E i sacchi neri per strada? Non li vede nessuno. Però intanto si annuncia il prossimo avvio del terzo step, che coinvolgerà i quartieri di Borgo Vecchio, Castello a Mare e Tribunali (previsto per novembre) e il potenziamento della raccolta differenziata nelle borgate marinare. Perché annunciare è facile e toglie l’attenzione da quei sacchi neri che spuntano come funghi.

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto

Palestina, a Palermo arriva Freedom Flotilla

Palermo diventa capitale di solidarietà con la Palestina. La Coalizione Internazionale “Freedom Flotilla” ha voluto il capoluogo siciliano che sarà tappa del proprio tragitto verso la striscia di Gaza per la campagna internazionale di sensibilizzazione e protesta verso il blocco del ...
Leggi Tutto
Federica Pace L'arte di essere nessuno

L’arte di essere nessuno di Federica Pace: identità di genere, disabilità, amore e morte di fronte al dolore della non accettazione

“Amore è il fatto che tu sei per me il coltello col quale frugo dentro me stesso” Richiama questa frase Federica Pace, classe 1989, di origine siciliana, una terra storicamente gemellata con quella partenopea, autrice del libro L'Arte di essere ...
Leggi Tutto