Orlando chiude per tre giorni il mercato ortofrutticolo. Nell’ordinanza del sindaco di Palermo urgenti criticità igienico sanitarie

Chiuderà per tre giorni il mercato ortofrutticolo di Palermo, il 28-29-30 giugno prossimi, per risolvere le inadeguatezze igienico sanitarie rilevate dal dipartimento di Prevenzione, unità operativa complessa “Igiene degli alimenti”, dell’ASP di Palermo.

“Le condizioni del mercato ortofrutticolo  sono drammatiche” – hanno dichiarato i consiglieri di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno. ”L’intervento dell’Amministrazione comunale non è più rinviabile”. Ma la grave particolare situazione del mercato di via Montepellegrino è solo un aspetto di criticità molto più estese. Secondo Sinistra Comune, infatti: “Occorre che nel più breve tempo possibile il Consiglio comunale metta mano ai regolamenti dei mercati generali ed al regolamento sui mercati storici. Questo consentirà di rilanciare un importante settore economico della nostra città e di dare ossigeno alle attività commerciali”.

Nell’ordinanza di chiusura dell’8 giugno 2018 si sottolinea che “gli inerventi di pulizia giornaliera e straordinaria eseguiti con le società partecipate R.A.P. e RE.SE.T. vengono resi vani da comportamenti indecorosi da parte dei fruitori dell’area mercatale, nonché dalla totale assenza di collaborazione dei titolari della concessione“.

Viene preso atto, nell’ordinanza, che per fronteggiare in parte le storiche “inadeguatezze strutturali” rilevati nei controlli ispettivi dell’ASP, l’amministrazione cittadina ha avviato nel quadro delle attività di manutenzione e pronto intervento negli immobili di pertinenza comunale, alcuni lavori di messa e sicurezza e ripristino.

Da una recente verifica, di cui al verbale dello scorso 2 maggio, prot. 669782 del servizio SUAP del Comune di Palemo, emerge che il Mercato Ortofrutticolocontinua ad operare in carenza dei requisiti, strutturali e di natura igienico sanitaria, fondamentali, primo fra tutti l’agibilità“. Poiché è necessario procedere ad una serie urgenti di interventi di manutenzione e ripristino, il capo area “Servizi alla Città” del Comune di Palermo, Domenico Musacchia, preso atto dell’indisponibilità di fondi da parte dell’Amministrazione, ha avanzato la proposta di “fare effettuare, da parte dei singoli concessionari, le opere di adeguamento funzionale degli stands procedendo alla compensazione con il canone d’affitto.

 

Dario Fidora

Direttore editoriale