Scritta contro il consigliere Terrani a Palermo: “Sono sconfortato, questa città non vuole voltare pagina”

Sono sconfortato, questa città non vuole voltare pagina“: con queste parole Sandro Terrani, consigliere comunale di Palermo, commenta l’intimidazione che ha subito oggi, per la quale ha ricevuto diversi messaggi di solidarietà. Scritte offensive contro il capogruppo del Mov139 al Consiglio comunale di Palermo sono comparse sul muretto del campetto di calcio e sulla saracinesca dell’associazione ‘Il Girasole‘, a Brancaccio.

“Questo spazio che si trova a Piazzale Anita Garibaldi, luogo dell’eccidio di Padre Puglisi – dice Terrani -, la prima volta è stato ristrutturato nel 2006, per poi essere vandalizzato. Dal mese di febbraio sono iniziati i lavori di ripristino e dell’intera area da parte del Comune di Palermo attraverso il settore COIME. La settimana scorsa in attesa che tra domani e dopodomani il sito sarà affidato all’Associazione Cuore che Vede, del Presidente Pino Sclafani, hanno iniziato a vandalizzarlo di nuovo, proprio per questo il sito che era aperto al pubblico, è stato chiuso, ed allora Terrani è merda (la scritta intimidatrice diceva proprio questo, ndr). Non c’è controllo del Territorio da parte delle forze dell’ordine. Domani mattina mi recherò in questura per sporgere denuncia”.

Poi la rivendicazione dell’azione amministrativa svolta fin qui: “Evidentemente la direzione verso cui stiamo andando, cioè quello del recupero del degrado dei quartieri delle periferie è maldigerito da chi vive dell’illegalità”.