Palermo, Ferrandelli: “Consolidato inapprovabile, urge contezza dei rilievi della Corte dei conti”

“Il bilancio consolidato non può essere approvato. Siamo allarmati dall’atteggiamento mistificatorio di chi non riconosce i problemi e non affronta le questioni, scappando dall’aula durante il dibattito”. Così Fabrizio Ferrandelli, leader dell’opposizione in Consiglio comunale a Palermo.

“Il consolidato porta avanti le criticità di gestione che sono state già rilevate – precisa Ferrandelli – alcune delle quali hanno refluenza a partire dagli ultimi tre anni di gestione dell’amministrazione Orlando, così come rilevato ufficialmente dalla Corte dei Conti. Si parla di -242 milioni di euro di perdita d’esercizio e -42 milioni di disallineamento. Questo bilancio consolidato non può essere approvato se prima non si ha contezza dai rilievi avanzati dalla Corte dei Conti e senza conoscere il nuovo bilancio di previsione che dovrebbe contenere le misure correttive per contrastare l’ingente perdita”.

Chiede chiarezza sul futuro del personale comunale e delle aziende il capogruppo de I Coraggiosi, Cesare Mattaliano. “A rischio ci sono servizi per i cittadini e il futuro di tanti lavoratori – dichiara – e il sindaco non può continuare a eludere questioni di tale importanza”.