Altavilla Milicia, maxi sequestro al boss Francesco Lombardo. Sigilli anche a due bar

Sigilli al bar Bellevue

Sequestrati beni per due milioni di euro a Francesco Lombardo, 62 anni, di Altavilla Milicia, attualmente in carcere dopo una condanna per mafia a 12 anni e 8 mesi.

Sono stati posti sotto sequestro i bar Madonna della Milicia e Bellevue, il 35% della società Turismo Italia srl, un fabbricato e un altro in costruzione, un’abitazione e tre appezzamenti di terreno. Tutti beni che si trovano ad Altavilla e riconducibili, stando alle indagini, alle sua attività illecite.

Lombardo fu arrestato nell’ambito dell’operazione “Argo” del 2013, durante cui venne contestato il suo ruolo direttivo della famiglia mafiosa di Altavilla Milicia e nelle attività estorsive nei confronti di imprese e di esercizi commerciali.

L‘uomo aveva già subito una condanna definitiva di 6 anni e 4 mesi di reclusione, unificata per continuazione con l’altra, per l’estorsione ai danni dell’imprenditore Giuseppe Spera, con l’aggravante di aver commesso il fatto con le modalità di agire e al fine di agevolare l’associazione mafiosa Cosa nostra.

Lo scorso ottobre per lui un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, in quanto ritenuto responsabile del reato di estorsione ai danni dell’imprenditore Angelo Nazareno Ienna, per fatti risalenti al 2011, e a suo carico è pendente un procedimento per l’omicidio dell’imprenditore Vincenzo Urso avvenuto, nel 2009, ad Altavilla Milicia.


Widget not in any sidebars