Mattarella, minacce e insulti sul web. La Procura di Palermo apre un’inchiesta

Insulti e minacce sui social al Capo dello Stato Sergio Mattarella. Ed è così che la Procura di Palermo ha aperto un’inchiesta per risalire agli autori. Al momento è a carico di ignoti.

Negli ultimi giorni, in seguito agli accadimenti politici che hanno visto protagonista il Capo dello Stato, sono stati diversi i post diffamatori e intimidatori nei suoi confronti comparsi su Facebook e Twitter. Ci sarebbero stati perfino riferimenti espliciti alla morte del fratello Piersanti, ucciso per mano di Cosa nostra durante il mandato di Presidente della Regione siciliana.

Ieri sera in difesa del Presidente della Repubblica e della Costituzione si è tenuto, in piazza Fonderia a Palermo, un sit-in che ha visto la partecipazione di tanti esponenti della società civile palermitana e della politica. Sempre in favore di Sergio Mattarella è stata lanciata online una petizione per dire no alle offese e ai toni eversivi nei suoi confronti.


Widget not in any sidebars