Hotspot, Ferrandelli e Mattaliano attaccano il sindaco: “Venga in aula per discutere emergenze, non quando siamo tutti d’accordo”

Non ti vogliamo in aula su questioni su cui siamo tutti d’accordo, ma per parlare delle emergenze finanziarie e gestionali del Comune e delle sue aziende. Se vuoi fare passerella noi non siamo e non saremo mai complici”. Con queste dure parole, Fabrizio Ferrandelli, leader dell’opposizione a Palazzo delle Aquile e Cesare Mattaliano, capogruppo de I Coraggiosi, hanno lasciato l’aula, non appena il sindaco ha preso la parola. Sono rientrati a conclusione del dibattito, assicurando i numeri per la bocciatura dell’hot spot in città.

“Noi siamo a difesa degli interessi dei palermitani – precisano Ferrandelli e Mattaliano – e non partecipiamo alla mistificazione di chi usa le istituzioni a proprio uso e consumo, scappando dai modi rilevanti”.

Duro l’intervento di Ferrandelli che richiama il sindaco alle sue responsabilità nei confronti della città, passando dalle criticità del Mef ai rilievi della Corte dei Conti, dalla contrarietà al tram in via della Libertà al rischio fallimento delle aziende controllate, tra cui la Rap che è ancora senza Cda.

“Noi vogliamo confrontarci sulle proposte – affermano i consiglieri – ne abbiamo a centinaia e vogliamo invertire la rotta, trasformando Palermo nella città che merita di essere”.

Appartengo a una cultura in cui i diritti riguardano ogni essere umano, come declama la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo – conclude Ferrandelli nel suo intervento. Non facciamo propaganda sull’accoglienza, quando ancora a Palermo uomini vivono in strada, lungo corso Vittorio Emanuele, via Maqueda, in piazza Sturzo, o ancora famiglie sono costrette a occupare le grotte sotto Villa Trabia, o quando migliaia di famiglie sono in emergenza abitativa, pensiamo alle comunità per minori, stranieri e non che rischiano la chiusura per i ritardi di mesi nei pagamenti… Se si parla di accoglienza, bisogna farla a 360 gradi, e non per slogan”.


Widget not in any sidebars