“Il 23 maggio manifestiamo in silenzio”, l’appello di scrittori, intellettuali e società civile

Un appello per ricordare la strage di Capaci, il 23 maggio del 1992, in silenzio: questa l’iniziativa di magistrati, giornalisti e intellettuali palermitani, tra i quali Davide Camarrone, Luigi Perollo, Leonardo Agueci e Roberto Alajmo.

Ecco il testo dell’appello:

“Quel che accade, oramai da anni, il susseguirsi di inchieste e arresti di uomini dello Stato e della cosiddetta antimafia, ci prospetta l’esistenza di una finzione insopportabile, del tradimento della lezione di onestà e fedeltà ai valori repubblicani di uomini come Falcone e Borsellino. In attesa dei processi e delle sentenze, sulla base di quel che emerge da queste inchieste, diciamo: questa antimafia non ci appartiene. Né possiamo pensare che non si tratti di un problema più grande di quel che emerga dalle singole inchieste. Si deve rifuggire da sistemi di finzione e di retorica all’ombra dei quali far prosperare affari e carriere. Se pezzi dello Stato hanno consentito quegli affari e quelle carriere pervertendo le normative e i regolamenti e consentendo il ricorso a dossier e a violenze private, noi non li consideriamo Antimafia. Una condizione di illegalità permanente rischierebbe di ricondurci indietro di anni nonostante tanti sforzi e sacrifici. Non esiste infatti alcun valore astratto di legalità. I valori di riferimento sono e restano la solidarietà, la libertà, la giustizia: il rispetto delle leggi non può che esercitarsi nel rispetto della memoria e nel riguardo per le istituzioni e nell’osservanza dei diritti di ognuno. Ed è per questo che, per ricordare le stragi di Capaci e via D’Amelio, proponiamo che nessuno prenda la parola, se non la memoria dei nostri morti. Dobbiamo lasciar fuori le inutili retoriche dagli anniversari. La sola condizione che possa oggi consentire una qualsiasi manifestazione in ricordo delle vittime della mafia, a nostro avviso, è il silenzio. Manifestiamo in silenzio”

Per aderire basta commentare il post su facebook, che pubblichiamo in basso.

Sostieni l'appello postando "aderisco" sulla pagina Il 23 maggio manifestiamo in…

Pubblicato da Il 23 maggio manifestiamo in silenzio su giovedì 17 maggio 2018

La sanità come fattore di sviluppo economico e sociale nell'intervento del vice presidente dell'Aiop Barbara Cittadini durante le Assise generali di Confindustria

Aiop, la siciliana Barbara Cittadini è stata eletta presidente nazionale

Barbara Citadini è stata eletta nuova presidente dell'Aiop, l'Associazione italiana ospedalità privata, al termine dell'assemblea nazionale di Roma. Si tratta della prima donna alla guida dell'associazione. In un breve discorso al termine dell'elezione ha promesso agli addetti ai lavori Cittadini ...
Leggi Tutto

“Orto in Arte”, eterno dialogo tra uomo e Natura

Al via “Orto In Arte”, il festival internazionale che ha come focus il rapporto tra Natura e Arte con ospiti da tutto il mondo, che si terrà dal 26 maggio al 2 giugno presso l'Orto Botanico di Palermo. Sette giorni ...
Leggi Tutto

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra all'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest