Etna fusion, vignaioli a confronto alle pendici del vulcano

Dall’unione della passione per i vini etnei e per i vini naturali nasce ETNA fusion-I vignaioli dell’Etna ospitano i vignaioli naturali, due giornate da vivere ai piedi del Vulcano.

ETNA fusion per condividere due diverse realtà: i vitigni autoctoni etnei cresciuti negli impervi vigneti delimitati dalla pietra lavica insieme a differenti espressioni di terroir regionali italiani e stranieri rappresentati da vignaioli che producono il vino secondo natura.

L’evento, decisamente unico nel suo genere, è organizzato da Tiziana Gallo in collaborazione con il Comune di Linguaglossa ed ospiterà circa 45 produttori tra vignaioli etnei e vignaioli naturali provenienti da diverse regioni italiane (Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Alto Adige, Liguria, Lombardia, Lazio, Toscana e Campania), compresa la Sicilia presente con 13 produttori e con un paio di vigneron provenienti dalla Francia e dalla Germania.

Sarà davvero un interessante commistione di vitigni autoctoni coltivati ad alberello tipici delle pendici dell’Etna, il nerello Mascalese, Il Nerello Cappuccio, il Carricante e la Minnella, spesso faticosamente sottratti e recuperati dalla dominante e silenziosa “Muntagna”, e i cultivar di regioni italiane: come il nebbiolo (in versione lombarda e piemontese), gli aromatici alto atesini, il fiano e il greco campani, gli intensi friulani e le nuove realtà della viticoltura laziale con proposte di aleatico, cesanese e malvasia puntinata, ed ancora i vini rossi della valle toscana di Cortona e i bianchi marini della Liguria anch’essi ricavati da una striscia di terra di non facile coltivazione. Un piccolo spazio internazionale appassionerà i più curiosi con i vini francesi della Linguadoca e gli idrocarburi dei vecchi riesling della Mosella.

Insieme ai banchi d’assaggio non mancheranno alcune specialità alimentari proposte da professionisti siciliani che delizieranno il vostro palato con proposte dolci e salate. L’appuntamento sarà nella sede della Casa di San Tommaso, Piazza Ambrogio Gullo 2 – Linguaglossa. Gli orari previsti sono domenica 3 e lunedi 4 giugno dalle ore 15,00 alle 21,00.

Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto
Tutte le facce di Facebook

Tutte le facce di Facebook, un libro da condividere

Dopo la nascita di Facebook, niente è stato più come prima. E noi, come siamo sopravvissuti? Ce lo racconta Riccardo Lo Bue nel suo libro Tutte le facce di Facebook. Giovani e meno giovani, pensionati e studenti, uomini e donne: ...
Leggi Tutto
Carmelo Ferlito

Carmelo Ferlito, tre premi speciali al “Var Talent 18”

Il cantante catanese si è classificato al 4° posto al “VarTalent 18" Festival Canoro d'Italia (6 ottobre - Trento) ma si aggiudica ben tre premi speciali: migliore base, migliore interpretazione e migliore look Carmelo Ferlito, cantante e interprete originario di ...
Leggi Tutto
Piero Guccione

Addio a Piero Guccione, inimitabile pittore del mare

L'uomo che disegnava il mare non c'è più. Piero Guccione, capostipite della scuola di Scicli, è deceduto ieri a Modica e ha portato per sempre con sé quel suo tratto inconfondibile che è il marchio d'artista. Non ci sarà più ...
Leggi Tutto