Almaviva Palermo, Erasmo Palazzotto (LeU): “No ad altri sacrifici per i lavoratori”

Erasmo Palazzotto, deputato di Liberi e Uguali, interviene sull’incontro di ieri sul futuro della sede di Almaviva Palermo, svoltosi alla presenza dei sindacati, all’Assessorato alle Attività produttive: “Le richieste di riduzione del costo del lavoro avanzate da Almaviva Contact durante il tavolo tenutosi ieri presso l’Assessorato alle attività produttive della Regione Sicilia, svelano come il cambio societario, annunciato ad aprile in maniera unilaterale, non ha nulla a che fare con il rilancio dell’attività del call center di Palermo. L’azienda rispetti l’accordo preso circa un anno fa con il quale, a fronte di grandi sacrifici che i lavoratori stanno ancora pagando, si impegnava a realizzare un concreto piano di sviluppo che consolidasse il lavoro, il radicamento sul territorio per rendere competitiva l’azienda sul mercato. Non si possono continuare a mortificare i lavoratori di Almaviva Palermo – conclude Palazzotto -, bisogna piuttosto garantire la tutela dei livelli occupazionali”.

Dopo l’incontro di ieri, si è deciso che Almaviva contact congelerà per i prossimi due mesi le procedure di conferimento del ramo d’azienda per la sede palermitana, dove il colosso delle telecomunicazioni conta 3.400 lavoratori. Sulla questione si è espresso l’assessore comunale di Palermo Giovanna Marano, che ha partecipato all’incontro, le cui dichiarazioni sono state fatte proprie dal sindaco Leoluca Orlando.