Scandalo Montante: che altro aspettarsi?

E ora sotto a chi tocca. Perché nulla ci toglie dalla testa che l’arresto di Antonello Montante e lo scoperchiamento della sua rete di sodali è solo la prima puntata di un serial che corre il rischio di accompagnarci per diverso tempo.

Lo scandalo che coinvolge l’ex presidente di Confindustria Sicilia ha sorpreso praticamente nessuno. Da anni nei corridoi dei Palazzi e nelle anticamere delle stanze del potere si dava per scontato il provvedimento che è arrivato ieri a conclusione di un lungo percorso di indagini.

Gli amici e i sostenitori di Montante hanno sempre parlato di pettegolezzo, odioso e bilioso; i suoi detrattori facevano riferimento ad un certo clima di impunità che lo circondava. Un’autentica profezia, stando ai fatti. Oppure la consapevolezza di ciò che avveniva sotto traccia, magari con sospetti e senza prove.

Non è la prima volta (e non sarà neanche l’ultima) che il chiacchiericcio precede la carta bollata di una Procura, ma è evidente che nessuno poteva intuire la portata dell’inghippo e la sua ramificazione. Proprio per questo la domanda che riteniamo più che opportuna è la seguente: fa più scalpore che la mente di tutto sia l’ex numero 1 di Sicindustria, oppure che pezzi dei settori investigativi abbiano oltrepassato il confine della legalità in maniera spudorata e per fini personali?

E ancora: vogliamo parlare dell’assordante silenzio degli industriali siciliani? Nessuno si scandalizza e nessuno si stupisce, tutti rispettosamente silenzio che sarebbe imbarazzante persino se odorasse di solidarietà. Come se le ultime 3 parole pronunciate da Montante davanti agli agenti – l’ormai celebre “Se parlo io…” (riportato da La Repubblica, ndr) – fossero un avvertimento valido per una molteplicità di destinatari.

Sexy bike wash in piazza ad Avola: polemica in paese

Si chiama sexy bike wash, un'esibizione di uomini e donne in costume che con movenze ammiccanti lavano con tanto di schiuma motociclette o automobili. Ed eè stato proprio una spettacolo del genere che dopo la sfilata della banda musicale ad ...
Leggi Tutto

La Cisl con i suoi giovani al corteo in memoria di Falcone

Parteciperanno con il loro striscione alle iniziative per il 26esimo anniversario della strage di Capaci, mercoledì 23 maggio, i ragazzi del Coordinamento Giovani della Cisl Palermo Trapani. In particolare i giovani del sindacato partiranno in corteo da via D’Amelio alle ...
Leggi Tutto

Mafia e onore, mito senza verità: al teatro Rivoli di Mazara del Vallo da mercoledì 23 maggio la pièce “Come Fratelli”

Mercoledì 23 Maggio debutta alle ore 21,30 presso il teatro Rivoli di Mazara del Vallo andrà in scena la pièce teatrale “Come Fratelli”  con la regia di Piero Indelicato. “ Come fratelli”,  atto unico di Giovanni Libeccio,  evidenzia di come la ...
Leggi Tutto
Il giovane scrittore palermitano Emanuele Fardella con il suo romanzo Insider. Dentro la setta ha vinto il “Premio Miglior Trama” alla quarta edizione degli Holmes Awards

Lo scrittore palermitano Emanuele Fardella tra i vincitori degli “Holmes Awards 2018”

Il giovane scrittore palermitano Emanuele Fardella con il suo romanzo Insider. Dentro la setta (Edizioni Leima), ha vinto il “Premio Miglior Trama” alla quarta edizione degli Holmes Awards, il concorso nazionale per i romanzi editi di genere thriller, noir, horror o ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest