Palermo, gettò figlia nel cassonetto: chiesti 21 anni in appello

Aveva gettato la figlia appena nata in un cassonetto, uccidendola. Il sostituto procuratore generale di Palermo Emanuele Ravaglioli, ha chiesto in appello la condanna a 21 anni e due mesi di carcere per Valentina Pilato. La giovane palermitana che abbandonò, nel novembre del 2014, la figlia in un cassonetto dopo averla partorita in casa, era stata assolta in primo grado perché dichiarata incapace di intendere e di volere.

Il dibattimento di secondo grado si baserà tutto sulle perizie psichiatriche. Per i consulenti della difesa la donna avrebbe un disturbo grave dell’umore, accompagnato a vissuti dissociativi e paranoidei e non era in sé quando gettò la neonata. Sostengono la lucidità della madre i consulenti nominati dal gip, pur ammettendo un disturbo di adattamento.

La sanità come fattore di sviluppo economico e sociale nell'intervento del vice presidente dell'Aiop Barbara Cittadini durante le Assise generali di Confindustria

Aiop, la siciliana Barbara Cittadini è stata eletta presidente nazionale

Barbara Citadini è stata eletta nuova presidente dell'Aiop, l'Associazione italiana ospedalità privata, al termine dell'assemblea nazionale di Roma. Si tratta della prima donna alla guida dell'associazione. In un breve discorso al termine dell'elezione ha promesso agli addetti ai lavori Cittadini ...
Leggi Tutto

“Orto in Arte”, eterno dialogo tra uomo e Natura

Al via “Orto In Arte”, il festival internazionale che ha come focus il rapporto tra Natura e Arte con ospiti da tutto il mondo, che si terrà dal 26 maggio al 2 giugno presso l'Orto Botanico di Palermo. Sette giorni ...
Leggi Tutto

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra all'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest