Jovanotti a Giovanni Cupidi: “Lotti come il paladino Orlando contro la politica siciliana”

Jovanotti e Giovanni Cupidi È bello avere un amico così. E questo vale sia per Jovanotti che per Giovanni Cupidi. È bello avere un amico che è capace di sostenerti al di là di ogni barriera e contro ogni difficoltà. Una foto che racconta la loro storia che non comincia certo ieri. Jovanotti da tempo sostiene la battaglia di Cupidi, uno dei diversamente abili mortificati dalla miopia della politica siciliana, che reclama dal suo blog il diritto all’assistenza 24 ore su 24. Cupidi è il simbolo di tutti quelli che vogliono dare un senso alla propria esistenza provando a lasciarsi alle spalle il dramma quotidiano, lui che paralizzato dal collo in giù, non può fare da solo le cose più elementari come vestirsi. Dal 2010 l’assistenza h24 è stata tagliata dalla Regione ai 2.300 siciliani con disabilità gravissima. È questo il suo racconto, che ha determinato la petizione subito appoggiata da Jovanotti e poi anche da Claudio Baglioni, Noemi ed Eros Ramazzotti.

Cupidi per Jovanotti ha una vera e propria passione, su facebook si scopre che l’ha già visto 9 volte dal vivo negli ultimi 13 anni nelle varie tappe dei tour siciliani. E non poteva mancare ieri ad Acireale, né poteva mancare l’omaggio che il cantante ha voluto fare al suo amico di Misilmeri, a quel Ragazzo Fortunato che si ritiene tale “perché non sono così sfortunato da non poter cantare questa canzone”. E Jovanotti non ha fatto mancare, via Instagram, un abbraccio virtuale al suo brother: “Lotti come il paladino Orlando per ottenere giustizia per i disabili gravi in Sicilia dove la politica troppo spesso fa un passo avanti e due indietro appena si spengono i riflettori…”