Cancro alle ovaie, arriva un vaccino sperimentale

I ricercatori della Perelman School of Medicine dell’Università della Pennsylvania hanno creato un vaccino sperimentale contro il cancro alle ovaie. I primi risultati sono stati già definiti promettenti.

Ogni anno, in Italia, si ammalano di tumore alle ovaie oltre 4.500 donne ma i sintomi, come ad esempio gonfiore e pressione all’addome, spesso vengono associati ad altri disturbi e il cancro viene riconosciuto troppo tardi. Questo vaccino adesso potrebbe andare a rafforzare la risposta immunitaria delle donne ceh ne sono affette.

I vaccini in questione sono stati “personalizzati” per 25 pazienti, con diagnosi di carcinoma ovarico recidivante avanzato. Per ciascun vaccino sono state utilizzate le cellule dendritiche del sangue, una specie di “spie” che identificano i corpi estranei e li segnalano alle cellule immunitarie, in modo che possano essere attaccati.

Per la ricerca, alcune donne affette dalla malattia hanno ricevuto solo il vaccino, altre invece una combinazione con dei farmaci chemioterapici (bevacizumab e ciclofosfamide). Dopo due anni, la sopravvivenza tra le pazienti che hanno ricevuto il vaccino e i farmaci è risultata quasi il doppio (78%) rispetto alle pazienti che seguivano un trattamento di soli farmaci (44%). Questi risultati incoraggianti condurranno adesso a studio clinico più ampio.


Widget not in any sidebars