Raccolta differenziata, nuovo centro di raccolta in viale dei Picciotti a Palermo

Un nuovo centro di raccolta differenziata a Palermo, in viale dei Picciotti, istituito con un’ordinanza sindacale a firma di Leoluca Orlando. Il centro sarà realizzato e gestito dalla Rap, che dovrà eseguire le anche le opere necessarie per far sì che il centro funzioni tutelando l’ambiente, adottando sistemi di deposito e stoccaggio non inquinanti. Sono al momento 24 i tipi di rifiuti che potranno essere raccolti, secondo il catalogo europeo (Cer). Tra questi: gli imballaggi di carta e cartone, di plastica, di legno, di metalli, pneumatici usati, oli e grassi (sia quelli commestibili che di altro tipo), rifiuti biodegradabili e ingombranti.

Sull’istituzione del centro di raccolta differenziata, si è espresso il consigliere del Movimento 5 Stelle Antonino Randazzo: “Da sempre il M5S ritiene che i centri comunali di raccolta e le isole ecologiche siano essenziali per una gestione ottimale dei rifiuti urbani, – dichiara Randazzo – quindi non possiamo che esprimere apprezzamento auspicando che sia finalmente la volta buona dopo 5 anni di continui proclami e inaugurazioni da parte dell’assessore Marino e del Sindaco dì isole ecologiche poi mai realizzate. Resta il rammarico per avere perso il finanziamento di 1 milione di euro della Regione in quanto il precedente progetto inviato del Comune non era completo – sottolinea il consigliere comunale -, adesso dovrà trovare i soldi la Rap che come sappiamo bene non naviga in buone acque”.

Randazzo ricorda poi le proposte del M5S sulla distribuzione territoriale dei centri di raccolta: “Vi sia l’impegno a realizzarne almeno otto, uno per circoscrizione – dice – come chiediamo da anni e adesso finalmente si attivino le riduzioni e gli incentivi per i cittadini virtuosi fra l’altro già previsti nel regolamento Tari e mai applicati in mancanza delle isole ecologiche. Meglio tardi che mai, ma che non sia un solo passo, se ne realizzino almeno uno per circoscrizione di centri di raccolta e mini isole ecologiche a servizio dei quartieri”.