Palermo, furti e riciclaggio di veicoli: sgominata banda

Maxi blitz della Polizia di Stato nel Palermitano: smantellata una banda specializzata in furti, ricettazione e riciclaggio di veicoli che operava prevalentamente nel Comune di Misilmeri. Per 12 suoi presunti componenti sono scattati gli arresti domiciliari, disposti dal Gip del Tribunale di Termini Imerese. Le indagini sono state svolte dagli agenti del Commissariato di Brancaccio e del compartimento della Polizia stradale per la Sicilia occidentale.

Gli arrestati sono Giovanni Tantillo, 44 anni, Filippo Grasso, 49 anni, Vincenzo Militello, 42 anni, Ettore Raccuglia, 4i anni, Michele Riggio, 48 anni, Francesco Baiamonte, 59 anni, Daniele Spataro, 30 anni, Vincenzo Emanuele Palmeri, classe 27 anni, Giovanni Tortorici, 65 anni, Salvatore Sirchia, 45 anni, Marcello Sirchia, 43 anni, Giancarlo Lo Piccolo, 36 anni

In particolare, nel corso dell’operazione denominata “Car network”, la Polizia ha scoperto in alcuni depositi e magazzini nella disponibilità degli indagati numerosi parti di auto e componenti meccaniche, smontate e già pronte per essere immesse nel mercato illegale. Inoltre, sarebbe stato accertato che alcuni degli arrestati, attraverso la simulazione di furti di veicoli o di incidenti stradali mai avvenuti, realizzavano consistenti profitti truffando varie compagnie assicurative.