Beni culturali, l’assessore regionale Tusa fa il punto sui dei pagamenti ai custodi

A proposito delle notizie di stampa diffuse in merito ai mancati pagamenti delle somme arretrate al personale di custodia in servizio presso i siti culturali, l’Assessore dei Beni culturali Sebastiano Tusa, attraverso gli uffici del Dipartimento, si è già attivato nelle settimane scorse organizzando un incontro con le sigle sindacali indetta per giorno 7 maggio. “Alcune sigle non hanno dato la propria disponibilità per quella data – si legge nella nota – e quindi la riunione è stata riprogrammata per i prossimi giorni. La mancata erogazione degli emolumenti in questione, inoltre, non dipende esclusivamente dall’Amministrazione dei Beni culturali ma coinvolge l’Assessorato della Funzione pubblica e del Bilancio. L’Assessore si è attivato fin dal suo insediamento, così come garantito ai sindacati, per la risoluzione del complesso problema coinvolgendo i vertici delle due amministrazioni. Inoltre, nei lavori in corso in queste ore legati alla legge di stabilità, è stato presentato un emendamento modificato al fine di potere risolvere le problematiche relative al pagamento del plus orario effettuato dal personale. E’ ferma intenzione dell’Assessore adoperarsi per condurre una azione mirata per la definitiva risoluzione di un problema che coinvolge il personale dei Beni culturali da diversi anni”.


Widget not in any sidebars