I cani riescono a percepire le cattive persone a vista prima dell’uomo

Una ricerca condotta dall’Università di Hokkkaido, in Giappone, rivelerebbe che i cani, grazie al loro istinto animale, riescono a percepire le cattive persone a vista, molto prima dell’uomo.

Tramite delle prove, in questa ricerca sono stati analizzati i comportamenti dei cani, per esempio, una messa in scena di due persone che cercavano di aprire un barattolo.

Questa prova è stata divisa in due scene: nella prima parte una persona guardava il barattolo fingendo di non riuscire ad aprirlo mentre l’altra persona cercava di aiutarla. Nella seconda scena invece la prima persona stava sempre a osservare il contenitore, ma questa volta non ha accettato l’aiuto della seconda persona.

Terminata la messa in scena gli attori si sono avvicinati ai cani e si sono registrati comportamenti diversi a seconda delle due scene: dopo la prima parte della scena, gli attori, non hanno avuto problemi nell’accarezzare i cani, mentre l’attore della seconda scena che “aveva rifiutato l’aiuto” non ha avuto contatto con i cani in quanto, quest’ultimi, si allontanavano.

I cani riescono anche a percepire stati d’animo e stato di salute delle persone attraverso il loro olfatto: percepiscono il feromone emanato dal corpo umano che cambia in base agli stati d’animo.