Mareamico: “Eliminare dalle spiagge i relitti delle barche dei migranti prima dell’estate” – IL VIDEO

Con la stagione balneare alle porte diventa di prioritaria importanza per la bellezza delle nostre spiagge e per la sicurezza dei bagnanti eliminare i relitti delle barche dei migranti. L’appello arriva da Mareamico che ha girato un video nelle coste siciliane, in particolare su quelle agrigentine, in cui si vedono tante imbarcazioni spiaggiate, effetto collaterale dei cosiddetti “sbarchi fantasma”.

Sulle spiagge della provincia di Agrigento giacciono tantissime barche provenienti dalla Tunisia – si legge in una nota sulla pagina Facebook dell’associazione – che la scorsa estate hanno trasportato migranti in Italia. Questo, che può essere definito un’effetto collaterale degli sbarchi fantasma, inquina le nostre spiagge dal punto di vista ambientale, paesaggistico ed anche sanitario.

Mareamico ha chiesto all’ufficio competente delle dogane di eliminare questi relitti prima dell’inizio dell’estate, perché tutto questo deturpa l’immagine e danneggia il turismo della nostra isola. E poi, siccome siamo convinti che gli sbarchi fantasma continueranno, sarebbe necessario trovare il sistema per affidare queste barche alle cooperative di pescatori o alle associazioni no profit. Questa possibilità farebbe risparmiare tantissimi soldi allo Stato ed eliminerebbe queste brutte situazioni”.

La sezione agrigentina dell’associaizone Mareamico, lo scorso dicembre, ha documentato i gravi danni dell’erosione costiera nella spiaggia di Eraclea Minoa con un video girato anche grazie all’ausilio di un drone.