Cultura, Ferrandelli: “Urge regolamento per la gestione degli spazi e delle somme”

Il mondo della cultura e tutti gli operatori culturali che lavorano in città meritano non solo spazi adeguati, ma soprattutto un regolamento che permetta loro pari opportunità di accesso ai finanziamenti e assegnazione di luoghi consoni all’attività svolta”. Questa la dichiarazione del consigliere comunale di Palermo Fabrizio Ferrandelli, leader del movimento I Coraggiosi e all’opposizione a Sala delle Lapidi.

“Ho già posto all’attenzione del Consiglio e di questa amministrazione l’estrema discrezionalità con cui si è operato in questi anni – precisa Ferrandelli – con l’assegnazione di somme sotto soglia per migliaia di euro, senza criterio alcuno. La città che si fregia del titolo di Capitale italiana della Cultura non può non dare il giusto peso alla questione. Urge una programmazione seria e progettazione lungimirante che possa anche negli anni a venire far riconoscere Palermo come centro culturale d’eccellenza”.

“Si è aperto in queste ore un acceso dibattito all’interno del mondo culturale – aggiunge – che manifesta proprio l’esistenza di un sistema privo di regole, sistema che non può essere lasciato nelle mani di un uomo che ha agito per favorire alcuni a discapito di altri. Credo che vada fatta chiarezza anche in questo campo, a seguito di diverse interrogazioni che ho già presentato, nei giorni scorsi, per sapere ad esempio quali sono i criteri di assegnazione degli spazi ai Cantieri culturali”.

“Per questo motivo – conclude Ferrandelli – ritengo una priorità l’emanazione di un regolamento che metta fine alla spregiudicatezza con cui si è andati avanti in questi anni e che dia il giusto riconoscimento ai tanti operatori culturali che lavorano a per la città. Lo stesso regolamento deve prevedere regole certe e chiare per quanto riguarda l’affidamento di spazi pubblici, da dare in concessione a terzi”.


Widget not in any sidebars