Niscemi, lite finisce nel sangue: spara a un uomo e poi si suicida

Un alterco finito in tragedia nel quartiere San Giuseppe di Niscemi, nel Nisseno. Ieri sera un ragazzo di 23 anni, Antony Mangiapane, ha ferito con tre colpi di pistola a un piede il marito di una vecchia amica, Salvatore Fidone di 19 anni, per poi suicidarsi sparandosi alla testa. È stato ritrovato agonizzante nella sua automobile, in contrada Canale, a pochi km dalla Catania-Gela. Vano ogni soccorso.

Stando a quanto raccontato dal dirigente del Commissariato di Polizia di Niscemi Felice Puzzo, Mangiapane sarebbe stato innamorato di una ragazzia di 16 anni, vicina di casa di Fidone e amica della moglie di quest’ultimo. In virtù di una vecchia amicizia, Mangiapane avrebbe fermato la moglie di Fidone affinché lo aiutasse nella corte fatta alla giovane di cui era invaghito. Irritato dal racconto di questa insolita richiesta, Fidone avrebbe quindi, ieri sera, rimproverato Fidone. Da qui sarebbe nato l’alterco finito poi in sangue.

Dopo aver sparato tre colpi a Fidone con una pistola 9×21, Mangiapane sarebbe poi fuggito via a bordo della sua utilitaria. Ricercato da Polizia e Carabinieri, avrebbe dopo deciso di togliersi la vita. Fidone, invece, guarirà in pochi giorni.


Widget not in any sidebars