Castelvetrano, donna picchia dipendente dell’Asp di Trapani

Aggressione ieri al Cup (Centro unico prenotazioni) di Castelvetrano: una dipendente dell’Asp di Trapani è stata presa a botte da una donna che aveva saltato la fila. La vittima è stata medicata al Pronto soccorso, mentre la donna è fuggita.

Solidarietà per quanto accaduto dal commissario dell’Asp di Trapani, Giovanni Bavetta, che dichiara: “Questo personale, sempre in prima linea, e che opera con professionalità e con spirito di servizio, è spesso soggetto a episodi di inciviltà e violenza verbale, sfociati ora anche nella violenza fisica”. Infine l’annuncio: “Il fatto è ancor più grave e ingiustificabile – aggiunge Bavetta – visto che non si è nemmeno in presenza dell’ansia e della preoccupazione che può cogliere chi si reca in pronto soccorso per i sintomi di una patologia. D’ora in poi sporgerò denuncia, a nome dell’azienda, agli organi competenti”.

È il terzo caso che si verifica in poco più di un anno in provincia di Trapani, dopo l’aggressione subita da un infermiere al pronto soccorso di Alcamo e quella all’addetto al triage dell’area di Emergenza urgenza dell’ospedale S. Antonio Abate di Trapani.

In queste ultime ore anche a Palermo si è verificata l’ennesima aggressione, questa volta ai danni di un infermiere dei triage all’ospedale Cervello.