Convegno su “Mafia e antimafia negli anni Sessanta e Settanta”, in memoria di Pietro Scaglione

Un convegno di studi in memoria del Procuratore della Repubblica di Palermo Pietro Scaglione, vittima della mafia il 5 maggio 1971 insieme all’agente Antonino Lo Russo, è stato organizzato dalla Società Siciliana di Storia Patria, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia per formare e sensibilizzare i giovani sulla storia del fenomeno mafioso. Procuratore capo a Palermo dal 1962, Scaglione inquisì Salvo Lima, Vito Ciancimino ed altri politici locali e nazionali. Il giornalista Mario Francese, ucciso nel 1979, affermò che il magistrato «fu convinto assertore che la mafia aveva origini politiche e che i mafiosi di maggior rilievo bisognava snidarli nelle pubbliche amministrazioni».
L’evento si svolgerà sabato 5 maggio 2018 dalle 9.30 alle 13.30 presso l’Aula Magna della Società Siciliana di Storia Patria, in Piazza San Domenico 1, a Palermo.
I giornalisti frequentanti dovranno registrarsi presso la Piattaforma SIGEF dell’Ordine dei Giornalisti per il riconoscimento dei Crediti formativi.
Dopo i saluti del prof. Giovanni Puglisi, Presidente della Società Siciliana di Storia Patria, dott. Giulio Francese, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, prof. Antonio Scaglione – vice Presidente del Consiglio della Magistratura militare, svolgeranno una relazione l’avv. Alberto Polizzi del Foro di Palermo – vice Presidente del Centro Studi Giuridico-sociali, Cesare Terranova su: “Ricordo del magistrato Pietro Scaglione”, il prof. Giuseppe Carlo Marino, già ordinario di “Storia contemporanea” all’Università di Palermo su: “profili storici della mafia negli anni Sessanta e Settanta” e dott. Franco Nicastro – Consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti su: “Antimafia e informazione negli anni Sessanta e Settanta”.


Widget not in any sidebars