Vittoria, drone scopre 15 mila piante di cannabis nascoste tra il pomodorino

Una serra con 15 mila piante di cannabis, per un totale di circa 6 tonnellate, dal valore di diversi milioni di euro, è stata scoperta dalla Polizia grazie a un drone tra le coltivazioni di pomodorino tipico di Vittoria, in provincia di Ragusa. Arrestato il coltivatore. Gli agenti hanno dovuto utilizzare una ruspa per estirpare le piante e caricarle in due tir, in attesa di essere distrutte.

La piantagione di cannabis sativa, che è considerata quella con il maggiore principio di stupefacente attivo, si trovava all’interno di una serra di 3.500 metri quadrati, coltivata lungo tutto il perimetro con pomodorini doc ragusani e fave, piante che raggiungevano diversi metri d’altezza celando quello che stava all’interno.

Le indagini sono state avviare dopo una segnalazione che parlava di un forte odore di marijuana proveniente da alcune piantagioni. La Polizia, per identificare esattamente la zona dove era coltivata la cannabis, si è servita di un drone.

In manette è finito Carmelo Gurrieri, di 53 anni, che è stato arrestato mentre irrigava le piante. Colto sul fatto ha ammesso le proprie responsabilità non fornendo dettagli sui possibili complici.