Finanziaria, strali a cinquestelle. Zafarana: “Marchette, manovre spot e norme che saranno impugnate”

Marchette, manovre spot e un testo ingrassato dalle richieste di una inesistente maggioranza di Musumeci: in poche parole una manovra imbarazzante”. Lo dice la capogruppo del M5S all’Ars Valentina Zafarana, che boccia senza appello la prima finanziaria targata Musumeci, varata in tarda serata dal parlamento regionale.

“È una manovra – prosegue – senza una vera linea politica, che non prevede investimenti per lo sviluppo e misure di ampio respiro per i giovani, che amplifica il divario tra chi è un ‘amico’ della maggioranza e chi no, perché in questo testo c’è chi beneficerà di contributi diretti, mentre la stragrande maggioranza dei siciliani viene lasciata indietro. Nulla di diverso dalle manovre di Crocetta. Aspettiamo al varco il Governo: vedremo quante norme saranno impugnate e quante rimarranno in piedi ”.

“L’unica vera novità – conclude la deputata – sono le norme che riguardano i disabili gravi e gravissimi. Grazie al lavoro del Parlamento e al ruolo di opposizione sensibile alle esigenze delle fasce più deboli, svolto dal M5S, siamo riusciti a ottenere un risultato per i siciliani”.