Battaglia delle Egadi, l’assessore Tusa introduce convegno della Soprintendenza del Mare

La Battaglia delle Egadi, del 241 a.C., lo storico scontro navale tra la flotta romana e quella cartaginese che concluse la prima guerra punica, è il tema di una giornata di studi organizzata il prossimo 4 maggio dalla Soprintendenza del Mare all’Arsenale della Marina Regia a Palermo.
Primo tra i relatori, l’assessore ai Beni culturali Sebastiano Tusa, che ha intuito fin dagli anni Novanta come la battaglia delle Egadi non fosse avvenuta nel sito indicato da Polibio ma a nord-ovest dell’Isola di Levanzo e ha diretto la ricerca che ha portato al ritrovamento dei famosi rostri appartenenti alle navi romane, esposti in prestigiosi musei di tutto il mondo come messaggeri della cultura italiana.

Con le parole del professore Tusa, “nello scontro tra Romani e Cartaginesi quella battaglia fu di epocale valore per il destino del Mediterraneo ed oltre nei secoli a venire. Nell’ambito dei 118 anni di guerra che videro lo scontro titanico tra due grandi potenze dell’antichità questo fu uno dei momenti più importanti che ebbe un peso non indifferente per la vittoria finale del 146 a.C. dei Romani, non foss’altro che perché tolse ai Cartaginesi il controllo strategico della Sicilia. Ma, soprattutto, perché, come ci dice espressamente Polibio, il più attento osservatore, seppur di parte, del conflitto, i Romani dopo il 10 marzo del 241 acquisirono la legittimità e l’autorevolezza di grande potenza mediterranea e di potenza navale intraprendendo con l’abilità che seppero sviluppare nei secoli seguenti la ben nota fisionomia di potenza imperialista anche se il vero e proprio impero nascerà dopo altre due secoli”.

I relatori: Sebastiano Tusa, assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, La Battaglia delle Egadi ritrovata; Francesca Oliveri, Soprintendenza del Mare, Minima Aegatium. Considerazioni iconografiche, epigrafiche; Roberto La Rocca, Soprintendenza del Mare, La battaglia delle Egadi: aspetti tecnici e metodologici delle ricerche; Cecilia Buccellato, Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, La manifattura dei rostri delle Egadi; Stefano Zangara, Dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, La Prima Guerra Punica: la supremazia militare e commerciale romana nel Mediterraneo attraverso le nuove sperimentazioni applicate alle ricerche marine.
Coordinano Alessandra De Caro e Alfonso Lo Cascio, Soprintendenza del Mare

Giornata di studi della Soprintendenza del Mare sulla Battaglia delle Egadi
Conferenza/convegno il 04/05/2018 ore 16.00, Arsenale della Marina Regia, via dell’Arsenale, Palermo. [ condiviso su Facebook ]

Dario Fidora

Direttore editoriale