Stellone, è fatta. Ecco i retroscena del licenziamento di Tedino

Roberto Stellone è il nuovo allenatore del Palermo, con tre settimane di ritardo. La sconfitta di Venezia, il modo con cui si è concretizzata, ha convinto Zamparini a mettere mani al portafogli, perché l’unica fattore che non ha determinato il cambio del tecnico era esclusivamente quello finanziario. Il presidente ha provato sino alla fine a risparmiare il denaro di un altro ingaggio, ma alla fine s’è arreso alle pressione delle relazioni tecniche che gli sono pervenute da parte dei suoi più stretti collaboratori.
Il Palermo è arrivato alla frutta, questo il giudizio unanime. E se prima ha pagato lo staff di Tedino, alla fine l’ex tecnico del Pordenone s’è dovuto arrendere. Indifendibile lo è da tempo, la squadra non ha identità, la sua condizione atletica è disastrosa, la rassegnazione regna sovrana da tempo. Senza Coronado è da zona retrocessione, soltanto la mediocrità di questo campionato rende ancora possibile la promozione.
La mossa di Zamparini è anche in vista degli eventuali play off, ma le sconfitte odierne di Parma e Frosinone – ennesima conferma di quanto il livello sia davvero basso – lascia persino qualche residua speranza di evitare il mini torneo supplementare.
Stellone avrà la fortuna/sfortuna di andare in campo a distanza di 48 ore dal suo insediamento. Nessuno potrà imputargli qualcosa in caso di esordio deludente, se dovesse arrivare il riscatto sarà merito suo. L’impatto con Palermo non sarà semplice, il carico di tensione è ovviamente ancora più alto delle settimane scorse e alla prima uscita si troverà contro il Bari, altra big dal cammino non proprio esaltante ma che dal punto di vista del morale ( e dell’organico) sta certamente meglio del Palermo.
Lunedì sarà per entrambe un test importante, in ballo c’è la promozione diretta, perchè una vittoria d proietterebbe automaticamente la squadra di Fabio Grosso ad un passo dalla serie A, anche a dispetto di Parma e Frosinone che come il Palermo sembrano volere giocare a buttare via una stagione.