Palermo, picchia la moglie davanti ai figli. In manette un quarantaquattrenne

Un’escalation di violenza, insulti e botte alla moglie anche davanti ai figli minorenni. Con l’accusa di atti persecutori la Squadra mobile di Palermo ha arrestato un 44enne, finito adesso ai domiciliari.

“I gravi fatti di reato sono avvenuti nella provincia di Palermo – spiegano gli investigatori – e hanno costretto la moglie e i figli a lasciare il proprio domicilio dopo avere subito per mesi gravi atti persecutori“. Aggressioni ripetute nel tempo con un ultimo terribile episodio avvenuto a marzo, quando l’indagato ha aggredito la moglie dinanzi ai figli. L’uomo era già stato tratto in arresto nel 2013 in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e atti persecutori e l’anno successivo era stato ammonito dal questore di Palermo per le sue reiterate condotte di minaccia e molestie nei confronti della ex moglie. “Ha anche precedenti per furto ed è stato destinatario di un provvedimento di divieto di accesso ai luoghi e alle competizioni sportive” spiegano dalla Questura. Il provvedimento è stato emesso dal gip Patrizia Ferro su richiesta del pm Ferdinando Lo Cascio del pool dei reati sessuali coordinato dal procuratore aggiunto, Ennio Petrigni.