Rifiuti, raccolta garantita a metà e cambio turni per il primo maggio. Randazzo (M5s): “Oltre al danno, la beffa”

Servizio di raccolta dei rifiuti garantito solo a metà per il primo maggio e cambiamenti previsti per la differenziata nei giorni di lunedì e martedì, a causa della chiusura dell’impianto di Marsala dove viene trasferito la quota di organico proveniente da Palermo. Con una nota, infatti, la Rap fa sapere che “il primo maggio l’azienda garantirà i servizi di raccolta dei rifiuti, almeno al  50 % per ogni turno di lavoro. Anche il servizio porta a porta sarà effettuato ma subirà alcune modifiche: Lunedì 30 aprile, sarà effettuata la raccolta dell’indifferenziato anziché dell’organico; ciò per la chiusura, durante  il primo maggio, della piattaforma che rende impossibile il conferimento dell’organico. Si chiede,quindi, agli utenti di esporre, eccezionalmente, dalle 20 alle 22 esclusivamente l’indifferenziato anziché l’organico”.

Intanto a Bellolampo resta non funzionante l’impianto che consentirebbe di trattare l’organico direttamente a Palermo. Uno spreco intollerabile, per Antonino Randazzo, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle a Palermo: “Il servizio porta a porta è già partito con tantissime difficoltà, e adesso effettuano anche eccezionalmente con delle modifiche, questo perché è chiuso un impianto, quello di Marsala, che accoglie l’umido di Palermo a 75-80 euro a tonnellata a Marsala, quando noi abbiamo “fermo” e mai partito la linea per gestire l’umido e produrre compost di qualità anche a Bellolampo. Oltre al danno – chiosa Randazzo – la beffa”.