I primi circuiti elettronici in 3D stampati sulla pelle – IL VIDEO

I ricercatori dell’Università del Minnesota hanno stampato, per la prima volta, dei circuiti elettronici in 3D direttamente sulla pelle di una persona.

Questa tecnologia potrebbe diventare, in futuro, un sensore per armi chimiche o biologiche, oppure celle a ricarica solare per dare energia ai computer indossabili usati dai soldati impegnati in un campo d’azione.

Un esperimento condotto su alcuni topi da laboratorio ha rivelato che questa tecnologia potrebbe essere usata anche per riparare le ferite cutanee.

Questo circuito viene stampato sulla pelle a temperatura ambiente utilizzando un liquido composto da piccolissime scaglie d’argento. Per rimuovere la stampa, basta della semplice acqua oppure una pinzetta.