Suap, Sabrina Figuccia (Udc): “Idee poco chiare o due pesi e due misure?”

“Delle due l’una: o al Suap hanno idee poco chiare o si fanno due pesi e due misure”. Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, che prosegue: “A seguito di alcune segnalazioni che mi sono pervenute da Loredana Novelli, presidente dell’associazione ‘Siciliae Mundi’, sembrerebbe che le autorizzazioni relative al suolo pubblico, bloccate da gennaio in attesa della modifica di regolamento (data presunta il prossimo mese di maggio), non siano uguali per tutti, considerato che in alcune zone, sebbene a distanza di appena 100 metri, un’attività possiede la pedana installata nello stallo zona blu, mentre l’altra riceve dal Suap una sospensiva appena qualche giorno fa, con l’unica motivazione che c’è la ‘sospensione fino all’approvazione del nuovo regolamento dehors“.

“Insomma, perché – aggiunge Figuccia – questa differenza tra due locali pubblici che dovrebbero avere le stesse regole e che invece sembrerebbero avere procedure diverse? Mi auguro che il dirigente del Suap, l’assessore competente ed il sindaco possano chiarire al più presto questa situazione, soprattutto alla luce dell’importanza che riveste, per il nostro turismo, l’attività dei locali pubblici, che dovrebbero essere il fiore all’occhiello della città, nell’anno della cultura. Speriamo che invece non sia – conclude il consigliere dell’Udc – l’anno della disparità”.