Precari Asu esclusi dai percorsi di stabilizzazione: Fp Cgil proclama lo stato di agitazione

La Fp Cgil Sicilia ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori impiegati in attività socialmente utili (Asu), esclusi dai percorsi di stabilizzazione. “Chiediamo al governo e al Parlamento regionali – afferma Clara Crocè, della segreteria della Fp – il recepimento della legge Madia per la stabilizzazione del personale Asu. In assenza di risposte – aggiunge- non esiteremo ad andare alla mobilitazione”.

“I lavoratori Asu sono 5300, garantiscono servizi pubblici per i siciliani e non possono essere considerati i lavoratori di serie B e venire esclusi dai processi di stabilizzazione. Molti di questi lavoratori – sostiene la Fp Cgil – garantiscono in nero, senza alcuna contribuzione, i servizi pubblici dal 1998. E molti di loro sono impegnati illegittimamente, in convenzione con le cooperative, nel settore dei Beni culturali, nelle Asp e nei Comuni”.


Widget not in any sidebars