Catania, pesce scongelato e scaduto venduto come sushi

Oltre 500 chili di salmone, tonno, pesce spada, gamberi e polpi sono stati sequestrati dalla Guardia costiera di Catania nei più noti sushi bar della città. L’operazione denominata ‘Sol Levante’ ha permesso di scoprire come praticamente tutti i locali controllati non fossero in regola. Per i titolari sono scattate pesanti sanzioni e il sequestro della merce e, in alcuni casi, anche la denuncia.

I controlli hanno accertato, in più di un caso, la scarsa qualità dei prodotti somministrati ai clienti e in alcuni casi anche la vendita di prodotti surgelati scaduti da tempo.In particolare, i titolari di due noti ristoranti specializzati nella preparazione di sushi, oltre a essere stati multati , sono stati denunciati per frode in commercio. All’interno dell’esercizio commerciale, infatti, sono stati trovati più di 100 chili di pesce che, sebbene congelato, risultava scaduto da tempo. I prodotti ittici più volte scongelati e ricongelati venivano serviti crudi agli ignari avventori come pregiato sushi. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare la quantità di solfiti presente su una partita di gamberoni, sottoposti a sequestro.

Ulteriori analisi – spiegano dalla Capitaneria di porto – saranno avviate sul prodotto sequestrato per accertare l’eventuale presenza di metalli pesanti nelle specie ittiche di grossa taglia soggette a sequestro, quali salmone, pesce spada e tonno”. I controlli proseguiranno nei prossimi giorni.