Sicilia al secondo posto in Italia per amministratori pubblici minacciati

Secondo il rapporto Amministratori sotto tiro, reso noto in una conferenza stampa da Avviso Pubblico, la rete degli enti locali contro le mafie, la Sicilia è al secondo posto in Italia per minacce agli amministratori locali. Al primo posto c’è la Campania.

Nel 2017 sono stati censiti da Avviso Pubblico 537 atti intimidatori, di minaccia e violenza, nei confronti degli amministratori locali. In pratica uno ogni 16 ore. La tipologia di minaccia più utilizzata è l’incendio,con il 28%: un dato in linea con gli anni precedenti, anche se in calo rispetto al 2016, quando si attestava al 33%. A seguire lettere, biglietti e messaggi minatori (13% dei casi), aggressioni fisiche (10,5%), danneggiamenti di strutture o mezzi (10%), minacce verbali o telefonate minatorie (9%). In netto aumento le minacce attraverso l’utilizzo dei social network, passato dal 3% del 2016 al 9% del 2017.

Il Sud e le Isole sono le zone dove si concentrano gli atti intimidatori, con il 69% dei casi. A vincere questa per nulla lusinghiera classifica la Campania, con 86 casi censiti,  +34% rispetto al 2016. A seguire la Sicilia, che si era classificata al primo posto nel 2014 e nel 2015, con 79 casi censiti. Poi Calabria e Puglia, insieme al terzo posto con 70 casi. Quinto posto per la Sardegna, con 48 intimidazioni, a seguire la prima regione del Centro -Nord, la Lombardia, con 28 casi.

Per quanto riguarda le singole provincie, in Sicilia la più colpita è quella di Siracusa, con 18 casi, appaiata al terzo posto della classifica nazionale con Reggio Calabria e Cosenza. I primi due posti sono occupate dalle province di Napoli e Avellino.

Il profilo dell’amministratore pubblico minacciato, tracciato attraverso i casi segnalati, è quello di un Sindaco di un comune medio – piccolo del Sud, con una popolazione inferiore ai 50 mila abitanti. Rivolte alle donne il 13% delle intimidazioni.

 

Muos Niscemi

Cangemi, PCI: la lotta contro il MUOS continua

CGA dice sì al Muos. Dichiarazione di Luca Cangemi, segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano La sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che conferma l’autorizzazione a installare nel territorio di Niscemi la macchina di guerra e devastazione ambientale chiamata MUOS, non ...
Leggi Tutto
Parlami di musica...e non andare via, di Valentina Frinchi

Nuova edizione del libro “Parlami di musica…e non andare via”, dal Rock progressive al Jazz di Valentina Frinchi

È palermitana, classe '71, Valentina Frinchi, la "Signora degli eventi" che nel 2016 ha pubblicato il suo primo lavoro come scrittrice con la passione per la musica nel Dna. "Parlami di musica... e non andare via" - dal Rock progressive ...
Leggi Tutto
Fabio Citrano suca a Salvini

Fabio Citrano e il suca a Matteo Salvini, il fascicolo al consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti

Caso Citrano-Salvini al consiglio di disciplina, l'Odg Sicilia: maggiore continenza sui social Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, riunito oggi a Palermo, ha deliberato l'invio al Consiglio di disciplina territoriale del fascicolo relativo al caso del collega Fabio Citrano ...
Leggi Tutto
Usb, manifestazione stop glifosato

Stop glifosato, tavolo di coordinamento all’Ars. Usb: “Stop pesticidi. Diritto alla sovranità alimentare”

Venerdì 11 gennaio alle ore 10:30 in Assemblea Regionale Siciliana, nella Sala Rossa “Pio La Torre”, il tavolo di coordinamento Stop glyphosate La Federazione del Sociale USB Catania, insieme agli altri firmatari del manifesto "StopGlifosato", parteciperà, presso  l'Assemblea regionale siciliana, ...
Leggi Tutto