Palermo, si rifiuta di pagare parcheggiatore e lui le riga la macchina: denunciato

Era andata a vedere uno spettacolo al Teatro Massimo con i propri figli, rifiutandosi di pagare il parcheggiatore abusivo e, al suo ritorno, ha trovato la macchina rigata. È accaduto vicino Palazzo Branciforte lo scorso 18 aprile. La donna ha denunciato il parcheggiatore che è stato deferito dalla Polizia all’Autorità giudiziaria per i reati di violenza privata e danneggiamento aggravato. Si tratta di S. G., pregiudicato 45enne.

La donna ha raccontato di come il posteggiatore abusivo si sia avvicinato mentre era intenta nel   parcheggio, per aiutarla nella manovra: un aiuto non richiesto. Quando si è poi allontanata senza dargli soldi, l’uomo avrebbe borbottato qualcosa di incomprensibile. Al ritorno, verso le 00.30, vicino l’auto cera lo stesso uomo. Nella vettura erano presenti diverse striature su tutta la carrozzeria. Chieste spiegazioni, l’uomo, con fare di scherno, le aveva detto che probabilmente era stato un cane a fare il danno all’auto. Poi, temendo un intervento delle Forze dell’ordine, si era allontanato.

Dopo la denuncia dalla donna, gli agenti della Sezione Investigativa del Commissariato Oreto Stazione hanno immediatamente avviato i primi accertamenti attraverso l’analisi delle immagini catturate da alcuni sistemi di videosorveglianza della zona indicata. Da qui hanno ottenuto un chiaro riscontro della presenza dell’uomo in quel luogo la sera dei fatti, identificandolo, in quanto persona già loro nota quale abituale parcheggiatore abusivo.

L’uomo, raggiunto presso la propria abitazione ed incalzato dagli agenti, ha confessato di essere il responsabile del danneggiamento dell’auto denunciato dalla donna. Allo stesso tempo ha consegnato ai poliziotti il cappellino che indossava quella sera e ha ammesso inoltre di essersi disfatto degli abiti che indossava, temendo di potere essere riconosciuto. Alla luce di quanto emerso l’uomo è stato denunciato all’A.G. per danneggiamento aggravato e violenza privata.