“Cambio di vertice nella Lega? Macché, Candiani ci darà solo una mano”

“Nessun cambio di vertice nella Lega in Sicilia”. A frenare rispetto alla notizia, circolata molto negli scorsi giorni, è Alessandro Pagano, co-coordinatore della Lega nell’Isola insieme ad Angelo Attaguile. Secondo Pagano l’intervento di Salvini a Catania, che ha chiesto una mano in Sicilia al senatore Stefano Candiani, sarebbe volto a meglio coordinare il lavoro svolto da Attaguile e Pagano nella fase di tesseramento.

“Dispiace – sottolinea Pagano – che sia circolata la voce di una sorta di commissariamento. Come ha sottolineato lo stesso Candiani, il suo compito sarà quello di coadiuvare me e Attaguile in questa fase di tesseramento, per rinsaldare il partito”.

Certo, non che le frizioni interne non ci siano state. Dai mal di pancia più volte manifestati dall’ex coordinatore palermitano Francesco Vozza, fino al deputato regionale Tony Rizzotto, che ha chiesto espressamente un passo indietro di Pagano.

“Io sono stato nominato direttamente da Matteo Salvini, che rappresenta il partito megluio di chiunque altro. Dispiace per chi si trova in disaccordo – sottolinea Pagano – ma si tratta di piccoli gruppi che hanno deciso di autoisolarsi. Per il resto il clima è assolutamente sereno all’interno del partito”.